TIPO 3. Il BAR CINESE

Via di Torpignattara parte da Via Casilina e arriva sulla Tuscolana in un attimo, non fosse per semafori e pedoni perennemente assonnati. Imboccandola dalla Casilina salta subito all’occhio la prima bizzarria.

Il lato destro è destinato ai parrucchieri cinesi aperti anche la domenica, alle bancarelle accroccate un euro al pezzo, al C.I.M. che al di là di ogni aspettativa sull’igiene mentale è uno store low budget di capi made in Italy e ai fastfood Bangla molto, molto in voga.

Tutto sommato però risulta la parte pedonabile.

Il lato sinistro invece significa pagare il biglietto per una proiezione felliniana. C’è la Roma reietta, uccisa e resuscitata milioni di volte, anche nell’arco di una sola giornata.

Se non percepisci una nota di inquietudine nell’attraversarlo probabilmente soffri di sonnambulismo. Il medico della mutua potrebbe esserti di conforto. Vai.

C’è Lucio, che fa un gelato buono, buono, ottimo no, ma buono, non è passato al costume delle palline ma va ancora di paletta metallizzata.

E poi, io, quello che c’è sul lato sinistro in termini commerciali, non lo so più. Non lo so perché ogni volta che lo percorro lo sguardo si concentra alla destra del lato sinistro e ai suoi mostri umani, bellissimi. Fumano molto, parlano poco, si guardano intorno incessantemente. Sembrerebbe vogliano seguirti eppure rimangono immobili. Damigelle ottantenni, tabaccaie dai seni soffocanti, ragazze madri di cinquant’anni, uomini accucciati sui loro bastoni che un tempo furono moto Guzzi. Fino all’angolo. Dove il palazzetto da cui escono solo trans da’ come un senso di uscita dal cinema.

13639502_10154336142194399_2073471678_o

Io oggi, vado all’Oscar Bar. Via Casilina n.457.

Dici, sarà il Bar di Oscar.

Dici male, dici.

Bar Cinese. Segue caffè bruciato, lungo, tazzina incandescente e slot machines.

Segue anche un pannello affollato di gratta e vinci alle spalle del cassiere e uomini col naso all’insù a godersi il telegiornale cinese su uno schermo, accanto a un altro schermo che, spaccato in quattro, riproduce le immagini delle telecamere anti scippo.

 

La smania di cavalcare la sorte dunque, fa rima con la paura qui.

Mi limito al chissà, pago e opto per il lato sinistro di Via di Torpignattara.

Annunci

2 thoughts on “TIPO 3. Il BAR CINESE

  1. silvanella

    Rita, leggere i tuoi articoli non e’ mai una delusione, sono sempre interessanti, leggeri, ironici anche se a volte sfiorano argomenti che proprio tali non sono. Grazie per farci scoprire spesso un aspetto diverso dei nostri bar di Roma e non solo…..

    Mi piace

NE VOGLIAMO PARLARE?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...